sabato 5 gennaio 2008

Visite

Stamattina è tornato il passero sul davanzale della mia finestra. Era bagnato fradicio, e prima di volare via mi ha dato una bella guardata con i suoi occhi intelligenti. Non lo vedevo da luglio. Non so perché, ma entrambe le volte che è venuto a trovarmi è stato qualche giorno dopo un momento difficile per me. L'insistenza con cui mi guarda mi dà da pensare. È come se volesse essere sicuro che ho capito il messaggio.
Gli ho sbriciolato una fetta biscottata, e l'ha spazzolata tutta. Un'altra per merenda - sparita anche quella. Spero tanto che si abitui e diventi un po' mio amico, o almeno cliente fisso al self service del davanzale.

Stasera pollo con peperoni verdi (quelli gialli e rossi posso solo in dosi omeopatiche). Una delle pochissime ricette "normali" che non devo adattare per la dieta, va bene così com'è.
La ricetta, semplicissima ma gustosa, è di Annalisa Barbagli "La cucina di casa del gambero rosso"

Pollo ai peperoni verdi

per due persone:
- quattro sovracosce di pollo senza pelle
- quattro peperoni verdi
- uno spicchio d'aglio
- un cucchiaio d'olio (voi potete metterne due)
- tre/quattro pomodori da sugo, spellati e tritati grossolanamente, oppure mezza lattina di polpa di pomodoro o pelati
- prezzemolo
- Un bicchiere di vino bianco
- un pezzetto di peperoncino (volendo). Io ci metto l'harissa.

In un tegame rosolare i pezzi di pollo con l'olio e l'aglio. Mondare i peperoni e farli a listerelle larghe almeno un pollice (nel senso di dito). Aggiungerli al pollo, insieme al pomodoro. Se la usate, metteteci anche due cucchiaini di harissa. Cuocere coperto circa 40 minuti. Se il fondo fosse ancora troppo acquoso far andare scoperto qualche minuto. Aggiungere il prezzemolo e il vino bianco, far asciugare per qualche minuto e servire.
In circostanze normali, a me piace accompagnarlo con il cous cous.

6 commenti:

Syl ha detto...

Naah, assolutamente: il passeretto porta solo allegria e buone nuove. Un filo di depressione da inizio dieta? Tieni duro adesso, che fra un po' ti sentirai energie da spaccare il mondo, come dice la dottora Pagnotta.

E pregustati la carne di alce con le bacche (saranno concesse?).

Io invece ho mangiato le peggiori lasagne della storia dell'umanità, da mia suocera. Sicuramente meglio il pollo col sughetto di peperoni.

Esmeralda ha detto...

Mi sono spiegata male: il messaggio che io (zuccona) devo capire è proprio quello che dici tu. Lui viene a rallegrarmi quando ce n'è bisogno, sembra proprio saperlo.
Ora delle bacche sarò in mantenimento, prima del secondo round in aprilemaggio. L'alce è un animalone che mi piace davvero tanto, Per adesso lo preferisco vivo, ma solo perché non l'ho ancora assaggiato in spezzatino.

Anonimo ha detto...

ma perché solo verdi i peperoni?

anna ha detto...

Voto per l'uccellino consolatore che, peraltro, si mangia briciole che altrimenti sarebbero una tentazione in una dieta così bukenwalida!
Il pollo con i peperoni è il mio piatto preferito, in assoluto.
Io però faccio soffriggere prima i peperoni, poi li tolgo dalla padella e ci metto il pollo con l'aglio, quando è dorato torno a mettere i peperoni, un un poco di pomodoro e faccio finire la cottura. Il vino non lo metto, secondo me uccide il profumo del piparuolo.
Vorrei che una ditta di profumatori facesse un estratto di aroma di peperone per "profumare" l'ambiente!

Esmeralda ha detto...

Anonimo, perché i peperoni gialli e rossi contengono infinitesimali quantità di demoniaci zuccheri. Non a caso sono così buoni.

Anonimo ha detto...

l'anonimo ero io, che forse, ho dimenticato di firmare!
comunque a me i peperoni piacciono .... di tutti i colori!
spalluzza