sabato 5 gennaio 2008

Penitenza

Ecco, ci siamo. Oggi ho iniziato la nazidieta.
Ieri sera cerimonia notturna di eliminazione fisica da casa di tutto ciò che non posso mangiare. Praticamente tutto, salvo carni magre, pesci e certe verdure (non tutte). Il mio frigo, opulenta grotta di Alì Babà , si è trasformato nella cella ascetica e virtuosa di una santa anoressica - scegliete voi quale, ce ne sono a bizzeffe.
Avviso i naviganti che per almeno un mese, forse due, sarò più insopportabile del solito. E che, se resoconti ci saranno, saranno di cene tristissime, o demenziali, o entrambe le cose.
Che nessuno, ripeto: NESSUNO si permetta di discutere la via che ho intrapreso. Non voglio sentire volare una mosca. Si accettano solo commenti di totale, incondizionato incoraggiamento, supporto e solidarietà.
Questa dieta si basa su principi ferrei e inderogabili, non sul conteggio calorico né sulle dissociazioni alimentari, e non è ammessa nessuna forma di sgarro; quindi il minimo incoraggiamento a indulgere in cose non scritte sul foglietto verde sarà considerato un tentativo di sabotaggio a tutti gli effetti.

Come tutti gli elenchi, anche il foglietto verde che ho appeso in cucina presenta aspetti curiosi.
Perché il cicorino sì, e il tarassaco no? Perché il tè sì, e la tisana al mirtillo no? La senape in polvere sì, e quella in vasetto no?
E anche disperanti omissioni: il topinambur non è menzionato, né la pastinaca, né lo zenzero. Non vi è traccia del sedano di Verona. Sui crauti si sospende il giudizio.
L'oracolo va interpellato e interpretato, davanti a ogni banco di verduraio. Alla luce del sospetto che in foglie e tuberi apparentemente innocenti si nasconda la sia pur minima traccia di carboidrati.
Stasera me la son cavata con una passata di broccoli, degli spiedini di scamone alla paprika, radicchio di Chioggia. Acqua. Ho una fame da lupo, che dovrò tenere a bada nottetempo armata solo di finocchi.
Ho dovuto rifiutare un invito a cena per domani. Sarebbe stata una prova inaffrontabile, conosco i miei limiti.
Mi sostiene il pensiero che ci sono già passata una volta, quindi ce la posso fare.

15 commenti:

lillilupe ha detto...

hai tutta la mia solidarietà, brava.
domani porto un'arancia...
va bene?
:)

Anonimo ha detto...

Anche la mia, solidarietà, non può mancare. Tra l'altro posso capirti molto bene, giacché il mio regime attuale prevede stranezze e contraddizioni ancor più sorprendenti di quelle che citi, che ho comunque accettato (NONserenamente, savasandìr).
Perché è vietatissimo il decaffeinato? Perché devo attenermi a degli orari precisi? Perché la sogliola sì e la platessa no-no-no? Perché due gocce d'aceto sono considerate alla stregua di lacrime di demonio?
Ogni volta che ti sentirai vicina al crollo potrai sempre interpellarmi: ti fornirò tali dettagli sulla mia condizione che - se proprio non ti consolerai - almeno ti farai due risate!
Un abbraccio grande.

La cugina di Chicca

Anonimo ha detto...

e il broccolo di natale come si situa sul tuo foglietto verde?
spalluzza

anna ha detto...

Solidarietà totale.
Sospesa la spedizione del pacco dell'emigrante.
Sarebbe stato una provocazione.
Va bene per pasqua?
Intanto io faccio fuori il contenuto.
Entro nel digiuno tra 15 giorni, per amore della mia gamba, giusto il tempo di far fuori le provviste.
Sta sera cena con le tue cose.
Ti penseremo e tiferemo per il tuo risultato. anna

Anonimo ha detto...

ah come ti ho nel cuore!
intanto non sei sola in molti ,arrotondati da mesi di ingurgitamenti, hanno intrapreso la via dell'ascetismo,coi primi dell'anno nuovo,ognuno coi suoi metodi,sono andata a cercare e il tuo nazisistem ha anche un suo fondamento ,poi l'importante è seguirne uno di metodo.
da te è permesso qualche cetriolino sottaceto?
ce la fai ce la farai ce la farò ce la faremo
io ho cominciato oggi e ho già fame
ma so che tra sette gg la fame calerà,calerà e mi sentirò leggera , sgonfia,e attiva.
tu quando prevedi la prima sensazione di energia da svotamento dell'adipocita?
un abbraccio molto affettuoso e solidale
chiattò

Esmeralda ha detto...

Vedo che la penitenza vi fa uscire allo scoperto più dei manicaretti! Stranissima cosa.
Nell'ordine: l'arancia di Lillilupe è vietata, se facessimo un finocchio?
Il broccolo di natale che diavolo è? (il broccolo liscio è permesso).
Sono molto incuriosita del regime della cugina di Chicca (ciao cugina di Chicca!): abbiamo in comune la demonizzazione dell'aceto (io solo quello balsamico, quello normale è permesso). Uno di questi giorni facciamo l'elenco delle assurdità, vorrei saperne di più.

Cetriolini sott'aceto: assolutamente no! Ma scherziamo?! Viziosa!

Sono commossa dall'ondata di vicinanza e sostegno.
Rimpiango amaramente il pacco della befana, ma rimandarlo a pasqua è un gesto di vera delicatezza.
Oggi mi gira un po' la testa, ma l'euforia da svuotamento adipocitico mi sosterrà già da domani, e la fame sarà sparita. Questa dieta è spaventosa ma ha i suoi vantaggi, tra i quali che dopo le prime 48 ore il corpo entra a regime e la fame non si sente più.

God bless you.

Anonimo ha detto...

il broccolo di natale è un broccolo campano che si raccoglie....solo a natale! foglia liscia .... abbastanza!
spalluzza

Esmeralda ha detto...

Ho capito. Permesso! già che ci siamo, mi sai dare indicazioni sull'uso dell'erba minestra? Al mercato me la spacciano come napoletana. È un'erbaccia coriacea grigioverde, somiglia un po' ala catalogna ma in versione cerosa. È amarognola, io la farei in padella a crudo come i friarielli, ma non so se è giusto. Ne ho qua un mazzo, aspetto notizie.

noyra ha detto...

Hai detto minestra? L'ideale sarebbe farla con la pasta (si può almeno nominarla?): spaghetti spezzati, per la precisione. Oppure con i fagioli (altro tabù, credo). Con le patate credo sia vietatissimo anche solo pensarlo. Quindi, sì: lessata e ripassata in padella. Con peperoncino per contorno e dessert.
Auguri!

Anonimo ha detto...

si anche io la farei come suggerisce noyra, anche se suppongo sia una varietà di qualche cicoria o scarola da utilizzare nella così detta minestra maritata.
una foto aiuterebbe1

Anonimo ha detto...

totale, incondizionato, solidale incoraggiamento e supporto, in attesa di vederti magra come sei dentro
baci
Armida

LaStè ha detto...

Io proverei anche a criticare ma ho PAURA!
Un abbraccio senza carboidrati.

Esmeralda ha detto...

L'erba minestra ripassata era molto buona. C'è da dire che al momento troverei molto buona anche la paglia.
Nel frattempo il primo chilo mi ha abbandonata. Ma dove vanno i chili quando li perdi? Nello stesso posto dove vanno i calzini spaiati?

(LaSté, si nota che mi conosci bene).

Anonimo ha detto...

quando si ha fame vuol dire che il corpo produce un picco insulinico e bisogna evitare assolutamente che questo accada come si fa ? semplice si mangia poco e spesso nell'arco della giornata , guarda non e' difficile , prima colazione te senza zucchero due o tre fette biscottate o un frutto , pranzo va bene tutto cio che non e' grasso poco sale poco olio molta verdura , meta pomeriggio un frutto , cena stesso di prima ma minore per quantita' , prima di coricarsi ma fatte anche na bella cofana di insalata condita con limone e pochissimo olio extravergine poco sale , oppure strafogati con una macedonia di frutta , e vai cosi perdi peso stando su di morale e senza soffire , fai sempre una bella passeggiata quando puoi e non ci pensare piu'

Esmé ha detto...

Caro Anonimo, si vede che la tentazione di dare consigli dietetici non richiesti a vanvera è proprio inestirpabile.
Siamo tutti allenatori, e anche tutti dietologi, pare.
Se non ti spiace, ritengo più qualificato il mio medico.
Oltretutto, se hai letto quello che ho scritto - e si suppone che tu lo abbia letto, dato che hai risposto - ho scritto che non avrei accettato nessuna discussione in merito alle mie scelte.
Buona macedonia, buona passeggiata e adieu.