sabato 26 gennaio 2008

Cena lupesca

Avevo comprato al mercato un mezzo pollastro da fare in modo civilizzato e perbene, in tegame con i peperoni. Poi erano le sette e mezza e la mia fame si è trasformata in qualcosa di atavico e incontrollabile, così l'ho fatto alla diavola e l'ho sbranato selvaggiamente con le mani. Ma credo che in mancanza di fuoco l'avrei spolpato anche crudo. Sto cominciando a non tenermi più. Sto cominciando a considerare con interesse l'idea che il sistema più rapido e anche soddisfacente per liberarmi dall'eccesso di ciccia sia affettarmi direttamente una chiappa, farmela arrosto e servirmela a cena.

10 commenti:

Anonimo ha detto...

Dai resisti!
Giuro che non porterò mai più la torta di riso per i criceti.
ciao
gio

Esmeralda ha detto...

Ah, era di riso. Quella - GULP - torta.

anna ha detto...

Ora capisco perchè fanno a pugni per andare all'isola dei famosi...stanno come te ma almeno sono pagati. Tieni duro. Quanto alla chiappa o la dai in pegno come nel mercante di venezia o te la tieni perchè la chiappa è sempre utile e poi è nel tuo profilo...rimarresti sfreggiata come al capone. Dai, manca poco e appena sei in forma nei tuoi abiti smaglianti...subito in carrozza a trovare noi che ti aspettiamo.

Anonimo ha detto...

foto,volevo la foto mentre sbrani il pollastro!
pagnotta

Anonimo ha detto...

dai non fare così!
spalluzza

Anonimo ha detto...

E con la chiappa arrosto, che contorno?
Pare che la carne umana sia leggermene dolciastra, come quella suina (almeno così riferiscono gli ultimi improvvisati cannibali di questo secolo). E la tua per effetto metonimico, dovrebbe sicuramente esserlo: quindi la spalmerei prima di una buona senape e, dopo la cottura, la servirei con una composta di kumqat, leggermente agra e molto aromatica.
n

Esmeralda ha detto...

In effetti nei "Racconti dei mari del Sud" G. L. Stevenson riferisce che per i cannibali la parola usata per l'uomo, nella sua accezione di alimento, era Porco Lungo.

Accostamento raffinato e adattissimo, il tuo, ma naturalmente la senape è proibita e la composta non ne parliamo neanche.

RENZO ha detto...

cristo santo, perché mai ti è stata proibita la senape??? Ha solo 10 calorie per 100 grammi, che poi non ne mangerebbe 100 grammi neanche un bavarese messo di fronte al wurstel più grosso del mondo!!

Esmeralda ha detto...

Renzo, la dieta che sto seguendo non ha nulla a che fare con le calorie.
Infatti funziona.
Ha a che fare, invece, con l'indice glicemico degli alimenti, che è un concetto totalmente diverso. Da cui certe proibizioni che sembrano stranezze.

RENZO ha detto...

uh? curioso...