domenica 23 dicembre 2007

Variazioni sul presepe


È la prima volta che faccio un vero presepe fisico in casa mia, devo assolutamente condividerlo. È venuto così, un po' atipico, ma mi piace; e poi tutti i presenti hanno un loro perché. Mi pare che faccia la sua porca figura. (Se cliccate sulla foto forse riuscite a vedere qualcosa)
Ora basta cincischiare, vado a dissalare acciughe, mantecare baccalà, impastare taralli, come ogni donna ammodo in questi giorni.

4 commenti:

pagnotta ha detto...

mantecare baccalà è una buona azione,e assaggiare con sorsetti di prosecco...che bel pomeriggio
io vado a immergermi nella folle perchè ho scordato un regalo,sgrunt
io sono una donna niente ammodo sempre ospite ,non cucino niente di niente ,mangio e bevo solo,ihihih
chiattò

anna ha detto...

Bello assai il presepe.
E non credo ci siano dubbi sulla mia professionalità natalizia.

Syl ha detto...

Eccomi, ammodissima. Io sono due giorni che spignatto e domani pure.
Ho già fatto quattro tipi di dolcetti/biscotti, il ripieno dei cappelletti insieme a mia madre, 2 strudel, cotto e tagliato le 57 verdure dell'insalata russa.
Domani aperitivo rinforzato con gli amici a mezzogiorno, qua da me e la sera pesce. Quello però io non lo tocco, che ci sono gli esperti (mia madre e mio cognato si prenderanno a mestolate come al solito per chi deve cucinare i gamberi e per chi è il migliore a fare il fumetto per il risotto).

In compenso il presepe non so neppure cos'è. Sono donna del sprofondo nord.

Ma il tuo mi piace.

Esmeralda ha detto...

Nel Profondo si festeggia Santa Lucia?
A tutte le donne e gli uomini ammodo: vi voglio bene. Per lo spignattamento, e per tutto il resto. Essere ammodo costa una fatica bestiale, ma non si può farne a meno.
Vale la pena? Sembra di no, ma invece sì.