sabato 18 agosto 2007

Il pane di segale

La lavorazione è stata mostrusamente fastidiosa, ma il pane è venuto molto bene. Anzi, finora il pane che mi è venuto meglio.
Io però giaccio e languisco in preda a un inspiegabile malessere, e ho cenato a Maalox.

3 commenti:

pagnotta ha detto...

bello è bello,ma è buono? ne mangiavo in valtellina ciambelle di pane di segale che però diventano subito posse ovvero rafferme

Esmeralda ha detto...

sì, era buono. Metà segale e metà farina di forza. Con l'umido che c'è qua, croccante non è già oggi, ma surgelato andrà benissimo.

Syl ha detto...

La segale è una brutta bestia, dice il mio panificatore personale. Rognoso da lavorare e soprattutto da far lievitare, che ha poco glutine. La tua proporzione è quella giusta: metà manitoba e metà segale.
Qua in Finlandia va per la maggiore, pare aiuti la virilità. Bah.