mercoledì 27 agosto 2008

È tornata

Ieri sono passata schizzando in motorino, e come sempre quando passo di là butto un'occhiata automatica, ma ormai non credevo più di rivederla: invece c'era. Ricomparsa.
http://oradicena.blogspot.com/2008/01/parliamo-daltro.html
Era da gennaio che non la vedevo seduta sul gradino, con la testa china, a disegnare.
Mi ha fatto piacere davvero rivederla. Tanto per cominciare, perché è ancora viva. Mica automatico, in certi casi.
Quindi ho inchiodato, sono montata sul marciapiede e solo quando sono stata vicinissima ha alzato la testa.
Ciao, sono contenta di vederti, le ho detto, e ci siamo date la mano.
Abbiamo avuto una conversazione surreale e garbata, come se ci ritrovassimo per caso al bar del Ritz dopo una season particolarmente lunga e tediosa. Lei, l'essere, ha un grande sorriso.
Mi ha informata che ha un nuovo soggetto: "Api!" Sorrisone di nuovo. "Disegni proprio bene".
L'imbarazzo (certe situazioni mi intimidiscono), mi impedisce di chiedere come ti chiami, eccetera. Mi fa vedere il suo quaderno, ordinato, fogli ad anelli con bustine di plastica, e dentro decine di segnalibri molto simili, minime varianti degli stessi soggetti. È sistematica, ordinata, organizzata, che ci fa su quel marciapiede?
I suoi segnalibri sono davvero belli, polverosissimi ma belli. Disegna fiori, gatti e adesso anche api. Io preferisco i gatti. I suoi gatti, se guardate bene, hanno tutti gli occhi tondi che guardano in su. Son gatti che si aspettano una pedata, ma forse, chissà, magari arriva un boccone. Gatti bastonati e speranzosi.
Ne ho comprati 4 perché avevo solo pochi soldi con me, ma ora so che la ritrovo. Per Natale, quest'anno, segnalibri.

20 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono contenta come fosse capitato a me :)
Questi gatti sono davvero belli, ma la loro aria preoccupata mi rattrista un po'
M.

Salvia ha detto...

Ciao :)
Io compro i suoi segnalibri molto spesso. Ha anche i pesciolini (i miei preferiti), che però non tiene esposti, perché dice che sono quelli che vanno meno. Li ha nel raccoglitore chiedi di farteli vedere che sono proprio belli. Stamattina le chiederò le api, che mi mancano :)
Sono anch'io una sua fan: parlai di lei tempo fa qui: http://tinyurl.com/5v8ut7
Ciao :)

Esmé ha detto...

Salvia, incredibile! Abbiamo recensito la stessa segnalibrista di fiducia. Ma tu sai qualcosa di questa ragazza? Mi incuriosice moltissimo, vorrei capire come mai una che disegna così bene, e sa anche organizzarsi a modo suo, viva così pericolosamente. Mi piacerebbe fare qualcosa per lei, a parte comprarle i segnalibri, ma so che interferire con i fatti degli altri non è mai una buon idea. Ci hai mai parlato?
Se ti va, contattami in privato.
(ripasserò per i pesciolini, naturalmente).

RENZO ha detto...

Dove si mette? magari passo a trovarla. Ecco come puoi aiutarla: passaparola.

Esmé ha detto...

Hai ragione: il suo posto è nel primo tratto di via Carducci, sul lato destro venendo da piazza Cadorna, davanti alla fermata della 94.

Esmé ha detto...

Suona beffardo se dico bentornati Renzoelucia?

RENZO ha detto...

E tu ci credi se ti dico che "m'ero un po' stancato di non far nulla"? :))

comunque grazie.

lilli ha detto...

Le fermate degli autobus non le conosco... dov'è, vicino alla libreria della mia amica Luisa, il Domani???
Ricordati di tirar su colori e album, allora! Anche questo è un aiuto...
:)

Anonimo ha detto...

Ahem...significa che ne avrò presto uno in regalo?
Che sfacciata, vero? Però non sono ipocrita o formale, a voler guardare il lato positivo ;OD
Eleonors, detta anche Coletta (COlei che aspETTA)

Esmé ha detto...

Lilli, non visualizzo la libreria, ma io ho una pessima memoria visiva. Potrebbe essere. Se fai via Carducci partendo da piazza Cadorna, dopo un centinaio di metri o forse meno.
Album e gessetti già previsti.

Tra esattamente 30 ore, Coletta :-)

Salvia ha detto...

Confermo, Rosy (si chiama Rosy, gliel'ho chiesto ieri) si mette poco più avanti della libreria "Il Domani" :)

lilli ha detto...

grazie!
:)

[esme (e non solo), ti spammo la libreria! chiedi di Luisa e di' che ti manda Chicca, lei è una stella di donna. e la libreria merita.]

Esmé ha detto...

Grazie.

Ora che siete tornati tutti, e mi avete finalmente lasciato la spiaggia sgombra, posso partire io? Vado al maaaaare!
Qualcuno dia da mangiare ai pesciolini, please. Torno presto. Credo.

lise.charmel ha detto...

intanto buona vacanza.
e poi grazie per il post (e anche per quello di gennaio, che leggo solo ora), è un pensiero bello senza essere melenso nel senso negativo del termine.
grazie anche per aver segnalato il luogo, spero di ricordarmene passando di lì: mi piacciono i segnalibri ed è un bel regalo se si hanno amici che amano leggere.
(passo di tanto in tanto di qui e sono piena di ammirazione per le tue abilità culinarie, questo è il mio primo commento!)

Daniela ha detto...

Scrivo a nome del figlio analfabeta: Nicholas e' un po' offeso dal fatto che tu fossi preoccupata per i pesci. Non c'e' stato giorno che non abbia provveduto personalmente dal momento in cui ne ha scoperto l'esistenza. Pfui, donna di poca fede...

Esmé ha detto...

Lise: tutta scena. Chiedi agli amici che sono passati a cena da me: pochissimi hanno avuto il coraggio di tornarci. Gli altri accampano scuse, e preferiscono frequentarmi via blog, dove è facilissimo fare bella figura.
Benvenuta.

Daniela: Nic è nominato fish-sitter ufficiale, ora sì che sono tranquilla.

lise.charmel ha detto...

ahahah!
i miei piatti invece sembrano tutti la scodella del cane

nonno ha detto...

Beh, io sono uno dei recidivi.
ciao
gio

Esmé ha detto...

ecco, tu sei il valoroso recidivo. Ma bisogna sapere due cose, per capire: a) che dopo un annetto di trattamento hai pensato bene di traslocare in un'altra città; b) che la cena te la portavi sempre da casa.

Anonimo ha detto...

mi prenoto anch'io per un segnalibro...o due...ne faccio collezione!
spalluzza