martedì 19 agosto 2008

Ginger Ale casalingo

Avrei dovuto dirvelo in luglio, quando si schiantava di caldo, si grondava sudore e si implorava qualcosa che alleviasse il tormento. Lo so, lo so. Ma o non avevo la bottiglia giusta, o non avevo lo zenzero fresco, o me ne dimenticavo... è finita che l'ho provata solo oggi, questa ricetta fantastica. Ma ancora c'è voglia di qualcosa di fresco e frizzante, in questo scampolo d'estate: e vi assicuro che, se amate come me il Ginger Ale, non la mollerete più.
Ringrazio Lokum, domatrice di lieviti.

Orbene, munitevi di:
  • una bottiglia di plastica da 2 litri
  • un limone
  • 120/220 gr di zucchero (io ne ho usati 120, non amo i sapori troppo dolci)
  • un quarto di cucchiaino da caffè di lievito di birra secco
  • tre cucchiai da minestra di radice di zenzero grattugiato (grattugia a fori medi)*
Pelate e grattugiate lo zenzero, spremete il limone. Aiutandovi con un imbuto, mettete la polpa di zenzero e tutto il resto degli ingredienti nella bottiglia, e aggiungete acqua fino a tre dita sotto il tappo. Agitate bene per sciogliere lo zucchero e il lievito, stringete forte il tappo e mettete a riposare da 24 a 48 ore circa (io l'ho avuto pronto in 36 ore, ma dipenderà dalla temperatura esterna etc).
Si capisce che è pronto quando, tastando la bottiglia, la troverete durissima (ossia quando sarà piena di gas).
A quel punto, mettete in frigo e fate raffreddare bene.
Attenzione, quando aprirete il tappo: per evitare l'effetto-geyser, mettetevi sul lavandino, allentate il tappo senza aprirlo del tutto e fate spifferare il gas. Quando la turbolenza si sarà placata filtrate con un colino nel bicchiere, e deliziatevi del tripudio piccante di bollicine.
* Dedicato ai fortunati - ed io SO chi sono, nevvero? - che possiedono la favolosa grattugia Microplane: ecco un modo degnissimo per dare un senso all'esborso.

20 commenti:

Paola ha detto...

E per fortuna che partendo per le vacanze mi son portata dietro la favolosa grattugia!!Per il momento ho solo quella,gli altri ingredienti me li procuro forse domani e poi brindero' a te con questa spumeggiante bevanda della quale purtroppo mi ero quasi dimenticata.

Esmé ha detto...

E te pareva... e ne aggiungo un'altra al clan dei Grattugiatori Professionali. Son rimasta fuori solo io, mi sa.

lilli ha detto...

graziegraziegrazie!
:)
senti, io so' frana, lo so.
ma il lievito di birra secco?
io conosco solo quello panettoso che nei super sta accanto al burro...

Esmé ha detto...

Se ti sposti di scaffale, abbandoni il banco frigo e passi a quello dei dolci, trovi le bustine di lievito di birra secco (non quello istantaneo per pizza - orrore!). Quello di birra, bustine, granulare. Ecco, lo vedi? Brava: quello!

Daniela ha detto...

Ti prego, abbi fede...

Anonimo ha detto...

mmm... mi attira, ma la parola lievito mi fa un po' paura...
ci penserò su.
Bacetto
Marì

Anonimo ha detto...

sono persa nei conti perchè ho una bottiglia da un litro e mezzo temo scoppi tutto se cicco le dosi
cosa c'è da due litri?
pagnotta

Esmé ha detto...

@ marì, non si lievita per contagio diretto, vai tranquilla :-)

@ pagnotta:I bottiglioni di acqua minerale. Ma io ho fatto in una di Coca Cola (Zero) da 1,5 litri, di lievito ci va una punta di cucchiaino, viene benissimo, non ti formalizzare.

Anonimo ha detto...

esmé, sono pressoché intollerante ai lieviti, ma non perché temo mi facciano lievitare... a quella croce sono (quasi) rassegnata.

Anonimo ha detto...

Ecco, ora ho finalmente trovato un uso proprio per la bottiglia di Whisky che dorme nella credenza: Old Fashioned per tutti- e a chi vi dirà che non si fa con il Ginger Ale, ignoratelo
Peace
F

Esmé ha detto...

F: non mi deludi mai. Mai. Il tuo grado di civilizzazone alcolica e gastronomica quasi mi turba.

icaro ha detto...

Dunque. risposta obliqua.
a) non ero riuscita a postare il commento, ma ora sì (quindi era solo un problema di connessione)
b) dopo averti mandato il messaggio sul Microplane, mi sono alzata dalla scrivania e sono andata a controllare (a volte, a causa del virtuale, mi dimentico del reale) e sì, sulla custodia di plastica del mio coltellone con i buchini c'è scritto "Microplane".
Per cosa lo uso?
La prima volta non potrà che essere per il mitico ginger ale!
ciao
icaro

Esmé ha detto...

Icaro, questa è una bassa provocazione. Tutti ormai hanno una Microplane. Tutti. Anche quelli che la scambiano con il coltello da pane. Tze.
Ma sarò buona, e ti spedirò a leggerti uno dei thread più lunghi (e avvincenti) nella storia della cuochisteria nazionale:
http://www.cooker.net/forum/DF3C4E44607F2E7CC12574900059B61F

Ne scoprirai delle belle.

Anonimo ha detto...

Io feci una variante niente lievito, molto zenzero, più zucchero di canna, lime e rhum.
Servire con ghiaccio.
Hic.

Afro

Esmé ha detto...

Buono! Però... niente lievito, niente bollicine

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti,
ho seguito la ricetta passo dopo passo e mi sono deliziato del tripudio piccante ma delle bollicine nemmeno l'ombra...ho usato lievito secco..ma nelle varie bustine trovate in più di un supermercato non è specificato se è di birra..dipenderà da questo il non avere bollicine??? Mi potete aiutere dandomi la marca del lievito di birra??
Un grazie anticipato
Bruno

Esmé ha detto...

Ciao Bruno.
Il tripudio di piccante senza bollicine non vale! Ritenta, fa ancora caldo abbastanza.
La marca non è essenziale, ma è essenziale che sia lievito di birra. Probabilmente hai usato il lievito istantaneo (quello che vendono come lievito per pizze e torte salate, per intenderci), o magari quello per dolci. Questi ultimi si presentano come una polvere finissima bianca e inodore.
Il lievito di birra disidratato, invece, è in granuli. Piccolissimi granuli di colore beige, e ha un odore particolare, soprattutto quando viene a contatto con l'acqua.
Comunque, nei supermercati in genere si trovano due marche: Bertolini e Paneangeli. Quest'ultima, se non mi ricordo male, si chiama Mastro Fornaio.
Enjoy!

Anonimo ha detto...

Bruno esclama:"Eureka..ci sono le bollicine!, Basta usare acqua a temperatura ambiente o leggermente tiepida! GRAZIE!!!!!"

Esmé ha detto...

Veeeery good. Ricetta infallibile questa, Bruno. Buona estate col ginger ale.

Pandora ha detto...

Ottimo...x quanti gg si conserva in frigorifero? :) grazie